Sinossi film in programma

Cateri vari tla Val di Sonns-Val Badia  Paolo Vinati . 58 min.

La musica fa parte della tradizione della Val Badia dove centinaia di persone le conferiscono indubbia importanza sociale e ricreativa.

Valcanale, note armonie e paesaggi Associazione Opice Band – Doganirs . 45 min.

I luoghi della Valcanale ospitano le cantate e le musiche dei molti gruppi folkloristici del territorio. Il concetto di fruizione turistica del “folklore” nasce dalla storia e dalle tradizioni locali; solo in seguito diviene spettacolo e intrattenimento.

Maja, l’albero della fertilità  Fabrizio Colloredo . 50 min.

L’innalzamento della Maja riveste grande importanza per l’intero paese di Camporosso. Un puntuale e rigoroso documentario entra nei dettagli di questa antica usanza che i ragazzi della “Konta”, i coscritti del paese, celebrano ancora oggi con gesti immutati ed originali.

1903 Hochwasser Katastrophe in Saifnitz Associazione Età dell’Acquario . 20 min.

Il restauro di un antico quadro offre l’occasione di ripercorrere per immagini un momento tragico della storia del paese di Camporosso quale l’alluvione del 13 e 14 settembre del 1903. Ora il quadro è esposto in visione presso il museo “Antiquarium” di Camporosso.

Da zero a tremila -La Supermaratona dell’Etna 2014 U.S. Mario Tosi . 35 min.

La storia di un evento spettacolare inserito per la sua unicità nel “Guinnes dei primati”. 43 chilometri e tremila metri di dislivello fanno di questa competizione podistica un evento unico al mondo. In un intervista al suo ideatore Mariano Malfitana, si svelano i retroscena di una storia curiosa e straordinaria.

Cho Oyu 1988, prima di Nives Meroi Tele Uno . 15 min.

Un gruppo di alpinisti Tarvisiani conquista la vetta del Cho Oyu. In un intervista televisiva di Mario Ragazzo a Fabio Agostinis si racconta un impresa di rilievo come il raggiungimento della vetta del Cho Oyu (8201 slm.) da parte di una spedizione di alpinisti tarvisiani. Indubbio merito dell’impresa è anche quello di destare, in quegli anni lontani, l’interesse di Nives Meroi e Romano Benet nei confronti delle alte vette Himalaiane… e il seguito lo conosciamo tutti .

Rajbat Comune di Resia

Un gioco con le carte disegnate dagli scolari della Val Resia è lo spunto per la realizzazione di un “audio-vocabolario” nel quale oltre 1200 parole possone essere ascoltate da un supporto CD ROM multimediale di facile e immediata  consultazione. La peculiarità della lingua resiana in tutte le sue varianti viene così custodita e trasmessa alle nuove generazioni.

Bujadnik Comune di Resia . 15 min.

Il Bujadnik è un dolce della tradizione resiana i cui ingredienti venivano anticamente raccolti durante una questua paesana. I ragazzi della valle hanno indagato questa tradizione attraverso la ricerca degli ingredienti e la preparazione, con le loro stesse mani, di questo dolce tipico.

THE BOY WHO FLIES Benjamin Jordan – 45 min.

Inseguendo un sogno un pilota di parapendio raggiunge il Malawi per insegnare ai bambini a volare. Qui incontra Godfrey, un giovane che ha sempre sognato di volare ma non ne ha mai avuto la possibilità.

EL ULTIMO HIELERO Sandy Patch – 16 min.

Da oltre 50 anni Baltazar Ushca ripete gesti antichi raccogliendo il ghiaccio del monte Chiamborazo. Prima dell’avvento dell’elettricità questo lavoro offriva sostentamento ad alcuni abitanti dell’area equadoregna sottostante alla grende montagna. Oggi il ghiaccio viene prodotto in grandi fabbriche.

VANISHING POINT Julia Szucs, Stephen A. Smith – 80 min.

Molte cose in comune legano due popolazioni dell Artico. Lo stesso destino sembra prospettarsi a causa dei cambiamenti sociali e climatici che lasciano spazio a molti dubbi ed incertezze.

SILBERGEIER Vladimir Cellios – 18 min.

Nina Caprez sale Silbergeier in Svizzera. E’ la rima donna ad aver asceso la difficile via aperta da Beat Kammerlander nel 1993

 UN GIORNO LUNGO 50 ANNI Alberto Sciamplicotti – 27 min.

Gigi Mario e Fernando Di Filippo: due vite, due storie unite dalla passione e dall’innamoramento per la montagna. Oltre 50 anni fa si ritrovarono a segnare la storia dell’alpinismo sulla montagna simbolo degli Appennini, il Gran Sasso, aprendo consecutivamente e nella stessa giornata due itinerari che rimasero per molto tempo inviolati.

SENSEI Peter Mortimer – 26 min.

Yuji Hirayama, 43 anni, è una delle leggende del moderno climbing. Il suo progetto di salire il monte Kinabalu nel Borneo ha bisogno di un partner disposto a condividere con lui una delle fatiche più dure …

SPICE GIRL Peter Mortimer – 25 min.

Hazel Findlay proviene dalla tradizione dell’arrampicata inglese: regole ferree e tradizione etica impeccabile sono al base di questo movimento. Hazel è la prima donna ad aver superato, con queste regole intransigenti, il nono grado in parete. Ora è alle prese con il Taghia Gorge in Marocco

CHIEDILO A KEINWUNDER Carlo Cenini, Enrico Tavernini – 46 min.

Il film racconta la vita incredibile e misteriosa di Hermann Keinwunder, un grande e dimenticato alpinista. Attraverso una ricostruzione storica in stile documentaristico grazie ad interviste a alpinisti famosi (Manolo, De Stefani, Camanni) e grazie anche alla scoperta di nuovi materiali d’archivio inediti

 VERSO DOVE ? Luca Bich – 51 min.

Nato dalla volontà di rendere omaggio ad un uomo dai molti talenti la cui vita continua a dividersi fra esplorazione, alpinismo e cinema, “Verso dove?” non è un semplice ritratto di Kurt Diemberger e degli avvenimenti che hanno caratterizzato il suo percorso di vita. La pellicola mostra invece come, anche nel caso di un conquistatore dalla forza sovraumana, il tempo lavori inesorabile e silenzioso e trasformi le possibilità della gioventù in incertezze del futuro

A TEMPORADA Erik Grigorowski5 min.

Un simpatico cortometraggio a cartoni animati sull’arrampicata sportiva

THE WATER TOWER Pete Mc Bride – 30 min.

Nel Kenia centrale, a nord della Rift Valley, una torre di pietra si dice essere la dimora del Dio Ngai.Da queste altezze proviene il 70% dell’acqua dell’intera nazione … ma qualcosa sta cambiando!

VIE DI PACE Sergio Beltrame, Samanta Faccio – 38 min.

Alpi Giulie e Alpi Carniche, le montagne della Valcanale e del Canal del Ferro sono state percorse da sentieri destinati al passaggio delle truppe degli eserciti che hanno combattuto la Grande Guerra tra il 1915 e il 1918. In questo periodo storico si sono visti grandi cambiamenti a disegnare un nuovo ordinamento geopolitico dell’Europa.

DI QUA DELLE ALPI GIULIE Giovanni Cismondi  – 42 min.

La questione morale e la pressione psicologica di un cecchino dislocato a Sella Nevea scaturiscono da una storia che trova concreta documentazione nel suo stesso diario ritrovato e restaurato dai posteri. Da entrambe le parti i soldati sono stati i primi a soffrire le atrocità della guerra, la separazione dalle famiglie, le privazioni e le sofferenze hanno messo in crisi, a volte, i valori della Patria.

Guarda il video riassuntivo del festival.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...