Edizione 2013

Kugy Mountain Film Festival

tutti

Programma

 

mercoledì 21 agosto

 Malborghetto – Museo Etnografico – Palazzo Veneziano

Ore 16.30            Presentazione

Ore 17.00            Cercando le Parole  60’(P.Comuzzi, A. Trangoni)

Dopo l’8 Settembre 1943 i militari internati italiani vengono fatti passare per Udine  lungo la linea ferroviaria per l’Austria, rinchiusi  in vagoni piombati.Essi lasciano cadere bigliettini che le donne friulane raccolgono per consegnarli, in un modo o nell’altro, ai loro familiari.

Ore 18.00            Prigionieri della libertà  54’ (F. Valla)

Un gruppo di alpinisti triestini e friulani, prigionieri degli inglesi nel campo indiano di Yol, ottenne il permesso di scalare le montagne himalayane. Pur di poter compiere l’impresa, giurarono sul loro onore di gentiluomini che sarebbero tornati alla prigionia dopo aver scalato la montagna. Nel 2005 Fredo Valla, ricercatore e regista, seguì le tracce di quella piccola epopea, intervistando anche alcuni dei superstiti.

Ore 21.00            La tragedia del Galilea  70’.

Spettacolo rievocativo con Andrea Brugnera (recitazione),  Mario Cobellini (recitazione) e Mariko Masuda (violino). Al ritorno dalla campagna di Grecia il piroscafo Galilea viene affondato dal sommergibile inglese Proteus. Quasi mille i morti della Brigata Alpina  Julia, affogati in un mare impietoso.La recitazione è arricchita da testimonianze originali di due ex alpini, soravissuti alla tragedia.

giovedì 22 agosto

 Valbruna –Val Saisera

Ore 10.30            Visita guidata ”Opera 4” 60’ (Davide Tonazzi)

Una visita alle fortificazioni della Seconda Guerra Mondiale con lo storico Davide Tonazzi. Ritrovo dalle ore 10.15 presso l’agriturismo “La Baita dei Sapori”. Portare una torcia o una  pila frontale.

Valbruna – Rifugio Casa Alpina

 Ore 14.00            Parlano di noi 90’ (Repertorio televisivo)

Tradizioni e storia della Valcanale ripercorse dall’emittente Telefriuli.   La Scuola Sci Tarvisio e la Fiaccolata dal Monte Lussari, l’albero di maggio (Maia) e i video degli esseri dei boschi, i terribili “Krampus” sono stati ospiti di Daniele Paroni nella sua trasmissione “Lo Scrigno”.

ore 14.30 Scuola Sci Tarvisio e Fiaccolata dal Lussari

ore 15.15 La Maia, l’albero di maggio

ore 16.00 i Krampus di Camporosso

Tarvisio – Piazza Unità

 Ore 20.30            Supermaratona dell’Etna  25’ (F. Colloredo)

La gara del Guinnes dei Primati porta i suoi concorrenti sul vulcano attivo più alto d’Europa. Sport, scienza e tante emozioni accompagnano atleti ed organizzatori durante i 3000 metri di dislivello dal mare di Sicilia alla cima dell’Etna.

Ore 21.00            Friuli Mandi Nepal Namaste 60’ (G. Gregorio)

Un racconto sull’omonimo progetto di cooperazione, nato nel 2002 in Valcanale e poi allargatosi grazie al supporto sempre più ampio di innumerevoli volontari. Il regista triestino mostra vicende simili a quelle che accaddero nelle nostre terre solo un paio di generazioni fa.

venerdì 23 agosto

 Tarvisio – Palazzetto dello sport

 Ore 10.30            Arrampicata sportiva per bambini e ragazzi 120’

DSC_0307

Mangart Climbing Club

 

Il “Mangart Climbing Club” di Tarvisio propone una mattinata di arrampicata nella palestra del Palazzetto dello Sport  con uso gratuito di  attrezzature e materiali da roccia e con l’assistenza di personale qualificato. Una buona occasione per avvicinarsi in sicurezza ad una pratica sportiva ricca di fascino e di emozione.

Valbruna – Rifugio Casa Alpina

 Ore 14.00            Di roccia e di cielo 150’ (Repertorio televisivo)

 Nel 2008, in occasione dei centocinquant’anni dalla nascita di Julius Kugy, l’emittente triestina “Telequattro” realizzò un ciclo di trasmissioni dedicate ai luoghi cari ad Onkel Julius: monte Dobratsch, monte Canin, Jof Fuart, monte Tricorno e Montasio. Condotto dal giornalista Luciano Santin, il programma presenta l’attività dell’alpinista, scrittore e musicista Julius Kugy al quale presta la voce Omero Antonutti.

ore 14.30 Dobratsch

ore 15.00 Canin

ore 15.30 Jof Fuart

ore 16.00 Triglav

ore 16.30 Montasio

Valbruna – Biblioteca Kugy  – Hotel Valbruna Inn

Ore 17.30            Die Julische Alpe Im Bilde 60’

«Nessun alpinista del passato ha avuto intorno a sé i fotografi delle tre nazioni che abitano ai piedi delle Giulie con uguale entusiasmo e con uguale illimitata fiducia come per buona sorte è toccato a me». Così scrive Julius Kugy, nella prefazione di Die Julischen Alpen im Bilde, pubblicato per la prima volta nel 1933. Si tratta di un volume poco noto, che precorre il fortunato filone dei libri fotografici. Qui presentiamo una silloge di immagini, corredate dai commenti  di Herr Doktor, nella lettura di Andrea Brugnera

Tarvisio – Piazza Unità

In collaborazione con il “Trento Film Festival 2013”

trento film

 

.

ore 20.30    The Hunter 7’ (M. Walsh), premiato al Trento Film Festival 2013

Genziana d’Argento per il miglior cortometraggio.

Un ragazzo scompare in una landa selvaggia e si teme sia finito vittima dei
lupi. Un cacciatore intraprende un viaggio per andare alla sua ricerca, vivo
o morto che sia. Non appena si avventura sulle orme del ragazzo, l’uomo
scopre che non può più fidarsi del suo istinto. Qui, lontano dalla civiltà,
deve prendere decisioni che cambieranno per sempre il suo rapporto con la
natura selvaggia, che ha sempre temuto.

Ore 21.00    Libros y Nubes  95’ (P. Giarolo), premiato al Trento Film Festival

Genziana d’Argento per il miglior contributo tecnico artistico.

Una comunità che vive ai confini del mondo, “sulle nuvole” , in un villaggio delle Ande peruviane, può aver bisogno di tante cose: macchinari agricoli, sussidi sanitari, sostegni economici. In aiuto dei piccoli gruppi di “campesinos” di montagna arrivano invece dei libri.

sabato 24 agosto

 Tarvisio – Centro Culturale

In collaborazione con il premio audiovisivi  “Leggimontagna”

leggimontagna 2

 

..

Concorso Scuole

ore 11.00    Suonare insieme per tutti. Le bande musicali in Carnia 16’

Presentato dalla III D dell’Istituto comprensivo di Tolmezzo

 0re 11.30     Una storia lunga sette anni. Il Coro dei Gufetti 50’ (F. Colloredo e D. Belotti)  

Il progetto della scuola primaria dell’Istituto Bachmann di Tarvisio racconta  sette anni di attività nello studio della musica.Gli insegnanti, i coordinatori ed i ragazzi coinvolti spiegano i contenuti e la valenza di un progetto nato da un’idea del maestro Alberto Busettini.

film in concorso

 Ore 14.30            La trama e l’intreccio 55’ ((S. Morandini)

Ore 15.30            Walter Bonatti. Con i muscoli, con il cuore, con la testa 68’ (M. Carta)

Ore 16.45            Patabang 42’ (A. Ferigo)

Tarvisio – Piazza Unità

 Ore 20.30            Zlatorog, una saga alpina 60’

 Il mito del camoscio dalle corna d’oro è forse quello più diffuso nella cerchia alpina ed  ha, nella versione slovena, la sua forma più compiuta e drammatica. Esso ispirò Rudolf Baumbach, poeta tedesco, nel suo poema “Zlatorog” (1877), in cui la leggenda si intreccia con una tragica storia d’amore. L’opera ebbe enorme successo e ne furono tratte cantate, balletti ed opere liriche, come lo “Zlatorog” del triestino Viktor Parma, di cui presentiamo alcuni passi, realizzati dal teatro di Maribor.

 

 

Ore 22.00            The iron hole – Trou de fer 56’ (R.Pavol Barabas)

Selezione dal “Bovec Outdoor Film Festival”

boff_header_2012_final

..

..

Quando, a causa di una apocalittica immensa eruzione, la superficie del vulcano Piton des Neiges, (isola della Réunion) collassò sprofondando di circa 1.000 metri, si creò quello che è chiamato il Trou de Fer (The Iron Hole), una voragine straordinaria con pareti verticali coperte dalla più vigorosa vegetazione che si possa immaginare. Il Trou de Fer offre un paesaggio spettacolare difficile da trovare altrove sul nostro pianeta anche perché la sua inaccessibilità ha permesso alla natura di preservarsi nella forma più selvaggia e libera. Definito il Monte Everest dei canyon, la sua monumentalità è esaltata da cinque grandi cascate che celano le crepe sul fondo Vi è solo una possibilità per esplorarlo: tentare di scendere a corda doppia nelle sue cavità sapendo di non avere comunque la garanzia di poter tornare indietro.

domenica 25 agosto

 Camporosso – Val Bartolo “Baite Aperte” – Baita “Metnjak”  (Boldrini)

 Ore 14.30 – 15.00 – 15.30     Hochwasserkatastrophe in Saifnitz 23’ (F.Colloredo D. Belotti)

Un quadro, una vecchia tela dipinta ad olio, mostra una tragica e drammatica storia. L’alluvione che ha colpito la Carinzia nel 1903 ha costretto gli abitanti della Valcanale a un duro lavoro di ricostruzione con immani sacrifici. In occasione del  restauro del quadro “Hochwasserkatastrophe in Saifnitz” è stato realizzato un documentario ricco di immagini originali e documenti dell’epoca. Il Consorzio Viciniale di Camporosso ha finanziato l’acquisto della tela che ora è esposta al pubblico nel Museo Romano da poco aperto  presso la sede in Viottolo Florianca.

Tarvisio – Piazza Unità

Ore 20.30   Presentazione “Alpe Adria Trail”  con Nives Meroi

Attività realizzata nell’ambito del programma Operativo INTERREG IV Italia-Austria 2007-2013    Progetto Alpe Adria Trail.

turismo fvg

Un grande amore per la montagna ha spinto Nives Meroi  ad esplorare orizzonti sempre più lontani, dove l’aria è rarefatta e, come è solita dire lei stessa, “dove ogni passo diventa uno sforzo di volontà”. Un alpinismo by fair means, con uno stile leggero e pulito: senza l’ausilio di ossigeno supplementare, portatori d’alta quota e campi fissi. Uno stile pulito, un confronto onesto con sè stessa e la montagna. Ande, Himalaya, Karakorum. Un percorso fatto di grandi successi, come la salita nel 2003, in soli venti giorni, di tre dei 14 Ottomila della Terra (Gasherbrum II, Gasherbrum I, Broad Peak), in cordata con Romano Benet da sempre suo compagno di arrampicata, secondi al mondo ad aver realizzato un’impresa simile e, Nives, prima donna in assoluto nella storia dell’alpinismo.
 
kugy mountain festival 2012 3 041
 Nives racconta alcune sue esperienze sul trekking Alpe Adria Trail che è  un sentiero a lunga percorrenza che collega le tre regioni Carinzia, Slovenia e Friuli-Venezia Giulia in 43 tappe. Il sentiero parte dai piedi del monte più alto dell’Austria, il Großglockner, attraversando  le regioni dei laghi e delle montagne più belle della Carinzia  raggiunge il Tarvisiano, punto d’incrocio dei tre paesi Austria, Italia e Slovenia, e scende poi, attraversando il Collio e il Carso, fino al Mare Adriatico di Muggia (TS).
In una serata ricca di immagini originali dei luoghi attraversati da questo itinerario, predisposto in modo da offrire attrattive di interesse paesaggistico ma anche enogastronomico, l’alpinista tarvisiana racconterà aneddoti e storie legate ai luoghi più tipici e interessanti dell’Alpe Adria Trail coinvolgendo i presenti con argomenti legati allo sport e al trekking ma anche al paesaggio e alla natura incontaminata che lungo questo sentiero è ancora possibile incontrare. Alcuni video di presentazione del percorso mostreranno il sentiero a lunga percorrenza nei suoi luoghi più belli e suggestivi.
Al termine Nives e Romano Benet, suo compagno di vita e di cordata, presenteranno il videodocumentario sulle loro straordinarie imprese alpinistiche sulle vette più alte del mondo intitolato “Il dritto ed il rovescio”
AAT loghi

Un commento su “Edizione 2013

  1. Pingback: BEST OF BOFF: Solkan, Trbiž « Bovec Outdoor Film Festival

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...